Comunicazione

Imparare a sfruttare lo spazio vuoto nella composizione grafica

Imparare a sfruttare lo spazio vuoto nella composizione grafica 1

In questo articolo voglio focalizzare la tua attenzione su aspetto troppo spesso trascurato nel settore della grafica, sopratutto da chi si improvvisa nel mestiere e non ha la dovuta cultura visuale.

Il primo approccio alla grafica che generalmente hanno molti è quello di riempire ogni spazio disponibile con informazioni.
Senza dover necessariamente sforare nello stile minimale assoluto, possiamo trovare l’equilibrio considerando lo spazio vuoto come grafica.
Può sembrare strano ma è proprio così: l’area bianca o vuota che lasciamo intorno agli elementi testuali o grafici è essa stessa una grafica che ha lo scopo preciso di dare importanza al contenuto.
Esattamente come un passpartout tra una cornice ed un’opera d’arte.

Imparare a sfruttare lo spazio vuoto nella composizione grafica 2

Eliminare e semplificare gli elementi della nostra composizione grafica, lasciando spazio vuoto di distacco dai confini, ci permetterà di dare valore al contenuto, facendolo apparire più importante, più leggibile ed ordinato.

Questo principio generale è applicabile in qualunque settore operiate e con qualunque strumento comunicate.
Nel biglietto da visita questo si trasforma in minimalismo. Pochi elementi quindi, ma perfettamente riconoscibili, grazie allo spazio vuoto. E se pensate che lo spazio è poco per poter scrivere tutto, ragionate su cosa è veramente necessario scrivere su un biglietto da visita.
In una brochure a più pagine invece, la tendenza (sbagliata) è quella di stampare meno pagine possibili riempiendole di informazioni in tutti gli spazi.
Paradossalmente questo approccio ottiene l’effetto contrario, anche se solo apparentemente vi ha fatto risparmiare sui costi di stampa.
Guardate questi esempi. Il testo è arioso, la lettura comoda, non ci sono elementi di distrazione importanti.

Esempio 1: molte informazioni in poco spazio

Imparare a sfruttare lo spazio vuoto nella composizione grafica 3

In questo esempio puoi vedere una brochure graficamente ben impostata, ma eccessivamente ricca di informazioni rispetto allo spazio a disposizione.

La struttura è rigida e questo non sempre è un male, ma spesso per la necessità di dover inserire troppe cose in poco spazio si rischia di danneggiare la leggibilità del supporto progettato.

Una buona progettazione grafica tiene sempre in considerazione  il rapporto tra lo spazio a disposizione (facciate) e gli ingombri delle informazioni da inserire.

Esempio 2: poche informazioni in tanto spazio

Imparare a sfruttare lo spazio vuoto nella composizione grafica 4
In questo secondo esempio vediamo l’impostazione visuale più adatta ad un catalogo che di prodotti.
Pur tecnicamente riuscendo a inserire più informazioni all’interno di due facciate, il designer ha sfruttato lo spazio vuoto per risaltare maggiormente la descrizione e le immagini.
La nostra attenzione non è quindi distolta da altri elementi fino a quando non giriamo pagina.
Questo approccio pur richiedendo un maggio numero di facciate ha sicuramente il pregio di focalizzare il nostro sguardo su pochi elementi alla volta, che essendo circondati da aree vuote, risultano più leggibili e meglio percepibili.

Nel Web Design

Nel web design, che opera in un contesto on line in cui la durata dell’ attenzione è enormemente più bassa rispetto alla media, questo problema può essere ancora più evidente.
Una landing page troppo ricca di contenuti distrae dallo scopo finale della conversione. Una pagina di prodotto eccessiva, fa perdere di vista o meglio, toglie l’attenzione dal tasto “acquista”.
Quindi la composizione grafica può aiutare, semplificando e snellendo la parte visuale. Non è un lavoro che il grafico può fare da solo o di sua iniziativa, ma va concordato con il copy e con la strategia di marketing generale.
Se siete un “one man agency” (un po’ come me) forse vi sarà più facile riuscire a semplificare questo processo.

Ma come posso distinguere gli elementi meno importanti che posso togliere?
Io ho bisogno di dire tutto!

Dubbio legittimo che mi viene quasi sempre sollevato in aula durante i corsi di comunicazione.

Una parte della risposta la possiamo trovare nel principio della piramide rovesciata a cui dedicherò un nuovo approfondimento.

La comunicazione deve rispondere a queste 3 domande principali in ordine di importanza.
  1. COSA?
  2. QUANDO?
  3. COME?
Tutto quello che aggiunge altri elementi di risposta a queste domande viene ritenuto superfluo, quindi secondario.
Prendiamo un banner web. Con i banner o spot per social, siamo più abituati a pensare al concetto di accoppiata PILLOLA INFORMATIVA + PAGINA DI APPROFONDIMENTO.

Proprio perchè siamo costretti dallo spazio ridotto a non riuscire a dire tutto.

Nei casi in cui non è possibile distinguere la comunicazione in due fasi, allora è proprio lo spazio vuoto che può salvarci dal caos.

Nella grafica per volantini, cartoline, flyer e coupon

Uno strumento “classico” in cui si commettere l’errore tipico descritto in questo articolo, è proprio il volantino da distribuzione. Quello che troviamo nella buchetta della posta o sul bancone dei bar mentre prendiamo un caffè. Questo strumento è sempre molto valido, costa poco e richiama gli sguardi.
Non ultimo, si mette in tasca.

Si tende a riempirlo oltremodo, perchè lo spazio è quello e non si sa rinunciare a nulla, vogliamo sempre dire tutto.

Partire da alcuni spunti creativi fatti da professionisti, può essere un buon modo per capire come sfruttare al meglio gli spazi, catturare gli sguardi con una grafica efficace.
Guarda questa galleria.

Se hai bisogno di un supporto per la grafica, posso aiutarti

Esempio:
puoi acquistare un design a tua scelta che personalizziamo per te, al prezzo di 30 € e stamparlo autonomamente.
Oppure aggiungi 500 copie stampate formato cartolina A6 con 35 € (spedizione inclusa)
Oppure 100 locandine/poster formato A3 con 43 € (spedizione inclusa)

coupon di sconto

Per invitarti a provare ho attivato uno sconto per il primo acquisto usando questo coupon/codice sconto del 20%!

>> Benvenuto20x100 <<

Per utilizzarlo ti basterà inserire il codice nell’apposito campo nel checkout durante la fase di acquisto.

Come ottenere una grafica personalizzata?

Con GraficaShop puoi scegliere il design che più ti piace, noi lo personalizziamo come le tue informazioni ed in più possiamo creare tutte le varianti coordinate di cui hai bisogno.

Se non trovi qualcosa di adatto, puoi compilare il form per chiederci di inviarti gratuitamente altro materiale, altri design più in linea con quello che hai in mente.

Partendo quindi dalla stessa grafica che ti piace ad esempio per il volantino, creiamo il set di banner per i social network, il poster, il rollup, la scatole, la busta e quant’altro possa tornare utile per la tua promozione del Black Friday.

Contattarci è facile.

Puoi usare questo form spiegando il tipo di attività e ti risponderò personalmente fornendoti un preventivo personalizzato e costruito sul tuo bisogno.

Descrivi qui cosa stai cercando, cosa vorresti realizzare
Acconsento che GraficaShop memorizzi le mie informazioni inviate in modo che possano rispondere alla mia richiesta.